ValtellinaToday

Sanità, assunti altri cinque ginecologi

Quattro faranno parte dell’equipe di Federico Spelzini. Una destinata al Consultorio di Tirano

Non due come inizialmente prospettato, ma quattro medici ginecologi sono stati assunti, a tempo determinato, per 18 mesi, dall’Asst Valtellina e Alto Lario, a rinforzo dell’Ostetricia e Ginecologia aziendale, guidata da Federico Spelzini, e focalizzata sui tre reparti e punti nascita di Sondrio, Sondalo e Chiavenna. Con delibera del 29 settembre scorso, infatti, è stata approvata la graduatoria riferita all’avviso pubblico emesso il 1° settembre, forte di cinque candidati ammessi, dei quali, i primi quattro, sono già stati reclutati ed entreranno in servizio il 16 ottobre, portando, così, a regime la “dotazione” dell’Ostetricia e Ginecologia aziendale. Si tratta dei ginecologi Giorgio Adile, Nicoletta Garau, Aldo Albano e Francesco Gallo.

"Tutti assegnati all’Ostetricia e Ginecologia aziendale – precisa Giovanni Monza, direttore sanitario -, a salvaguardia dei bisogni di salute che si presentano dentro l’intero territorio di pertinenza dell’azienda. In un’ottica, stretta, di lavoro in equipe, affiatate e addestrate a mettere in pratica una gamma di competenze la più completa possibile. Si tratterà, quindi, di affiancare, inizialmente, i medici allo staff attuale di Federico Spelzini, e, poi, una volta testate le competenze a affinate le inclinazioni, i medici andranno a dare risposte ai bisogni di salute che provengono dal nostro territorio, vuoi si tratti di Sondrio, Sondalo o Chiavenna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre nel medesimo settore, dell’Ostetricia e Ginecologia, da segnalare anche l’assunzione, a tempo determinato, per 18 mesi, di una ginecologa già entrata in servizio, il 1° ottobre, al Consultorio dell’ambito territoriale di Tirano-Bormio. Rispetto, in particolare, al punto nascita di Chiavenna, infine, l’Asst Valtellina e Alto Lario, in attesa di determinazioni da parte del Ministero della Salute, continua ad operare come sempre e, quindi, come se il servizio non fosse in discussione. Gli stessi nuovi inserimenti di personale serviranno a supportare anche il servizio reso nella realtà chiavennasca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Importante scoperta sul Coronavirus: nell'équipe svizzera c'è un mandellese

  • Addio a Mario La Barbera, colonna dei Volontari del Soccorso di Calolzio

  • Tragedia a Valmadrera: addio al consigliere comunale Pamela Cazzaniga

  • Coronavirus, il punto. Nel Lecchese oltre cento tamponi positivi in un giorno, quasi seimila decessi in Lombardia

  • Il bucato al tempo del Coronavirus: come eliminare germi e batteri

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

Torna su
LeccoToday è in caricamento