ValtellinaToday

Piccoli comuni e montagna: in arrivo investimenti e banda larga, Del Barba: “Confronto e collaborazione con gli amministratori locali nelle scelte”

 Curti: “Premiato l’impegno del Partito democratico verso i territori”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

«Martedì è stata approvata la legge Realacci per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni: un impegno concreto che il Partito democratico ha messo in campo per aiutare i piccoli borghi a far fronte alle numerose sfide della modernità » ha dichiarato Giovanni Curti, segretario PD provinciale, a seguito dell’approvazione alla Camera del ddl “ Misure per il sostegno e la valorizzazione dei Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici.”

«Il primo passaggio è stato finalmente completato e ha visto l’approvazione di tutte le principali forze politiche, segno che la proposta ha trovato la piena condivisione in virtù della sua importanza per i piccoli Comuni. Va riconosciuto il grande impegno del gruppo dei Deputati del Partito democratico, in particolare Enrico Borghi e Antonio Misiani».

«Si tratta di una legge che nasce dall’esperienza e dall’esigenza degli amministratori locali e dei territori, per fare fronte alle questioni concrete che interessano migliaia di comuni in italia, di cui 71 solo in Valtellina e in Valchiavenna» ha spiegato Curti.

«All’interno della legge sono contenute misure per contrastare lo spopolamento dei piccoli borghi, oltre ad investimenti sulla banda larga e sul potenziamento dei servizi pubblici essenziali in territori poco popolati. In particolare, la Camera ha deliberato lo stanziamento di 100 milioni, dal prossimo anno fino al 2023, per investimenti in azioni di tutela dell’ambiente, promozione dei beni culturali, rilancio del turismo e valorizzazione del settore agroalimentare, oltre che prevenzione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza delle scuole». 

«A breve toccherà a noi senatori discutere del disegno di legge ed eventualmente proporre e approvare emendamenti al testo trasmessoci: per questo motivo scriverò ufficialmente a tutti i sindaci dei Comuni sotto i 5000 abitanti del nostro territorio, inviando loro il disegno di legge approvato dalla Camera e chiedendo di formulare eventuali suggerimenti o proposte di modifica» - ha aggiunto il senatore valtellinese Mauro Del Barba.

«Questa legislatura ha il record di parlamentari che provengono da esperienze di amministrazione locale: abbiamo tutti ben presente i problemi che le tante, piccole realtà del nostro Paese devono affrontare ogni giorno e sappiamo quanto sia importante collaborare ogni giorno con Sindaci e consiglieri comunali. Grazie a questo continuo confronto abbiamo approvato in questa legislatura provvedimenti di primaria importanza, come il definitivo superamento del Patto di stabilità e le nuove norme semplificate sulla finanza locale: il disegno di legge sui piccoli comuni continua il percorso di valorizzazione e sostegno alle comunità locali, specialmente quelle delle zone di montagna, permettendo ai territori meno popolati di esser nelle condizioni di cogliere appieno le opportunità per il futuro».

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento