ValtellinaToday

Leggende nostrane: Capre e Cràp

Sopra la panca campa, sotto la panca crepa. E sopra i crap vive felice!

Forse c’è un’antichissima affinità  fra questi due elementi del paesaggio montano, capre e cràp. Un’antica amicizia, ma anche inimicizia. Come se quella poca erba che può crescere nei luoghi più improbabili e strapiombanti fosse un desiderioa  cui nessuna capra può resistere.

Qualche volta le capre sono il travestimento scelto dalle streghe per ingannare gli uomini.  Siamo a Verceia, e precisamente " su in Pesciadèl", nei boschi a monte dell'Alpe Foppaccia. Sulla mulattiera che congiunge la Foppaccia all’alpe Bassetta si trova, più o meno a metà strada, una radura, denominata Pesciadèl, perché circondata da abeti e pini (pèsc). Una volta vi erano pascoli e prati dove gli abitanti di Verceia pascolavano le loro mucche. In una giornata come tante altre le mucche erano al pascolo, ma non sembravano tranquille come tutti gli altri giorni: apparivano irrequiete, sembravano non voler mangiare, ed i pastori non sapevano spiegarsi il perché di un tale comportamento. Per un bel po’ la loro attenzione fu concentrata sugli animali: temevano che fossero malati,

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palloncino lanciato in Belgio durante i funerali di una diciottenne atterra nel Lecchese

  • Tragedia a Lecco: altra vittima di un incidente sul lavoro. Si teme il gesto volontario

  • Dramma famigliare sfocia in violenza: aggredisce la convivente e tenta il suicidio

  • Tragedia in alta quota: escursionista sessantenne muore sul Resegone

  • Si perdono in dieci nei boschi sopra Maggianico: salvati dai pompieri

  • Un progetto per prolungare la Tangenziale Est fino a sud di Lecco: ben 16 km in galleria

Torna su
LeccoToday è in caricamento