ValtellinaToday

A Sondrio nasce CeRMaR Centro Raccolta Materiali Riutilizzabili

Con uno sguardo alla solidarietà e un altro all'ecologia nasce a Sondrio il CeRMaR (Centro Raccolta Materiali Riutilizzabili), un centro dove sarà possibile portare oppure ritirare oggetti usati ma ancora utilizzabili e non inseriti nel circuito di raccolta dei rifiuti urbani.

L'idea nasce da Secam e Comune di Sondrio con l'obiettivo di diffondere e sostenere la cultura del riuso, così da ridurre la quantità dei rifiuti, e dare una mano ai cittadini in difficoltà che potranno ritirare gratuitamente oggetti usati ma ancora utilizzabili.

Soddisfatta l'assessore ai Servizi Sociali per il comune di Sondrio, Loredana Porra: «siamo molto soddisfatti di aver finalmente raggiunto questo importante traguardo. Per noi si concretizza un sogno, attraverso un progetto che ha due grandissimi vantaggi: aiutare le persone meno agiate e l'ambiente, contrastando la cultura dell'usa e getta e diffondendo quella del riuso. Da oggi partono ufficialmente i sei mesi di sperimentazione, a fine anno raccoglieremo i risultati e valuteremo cosa è andato bene e cosa no, al fine di migliorare ulteriormente un servizio completamente gratuito in cui noi crediamo molto."

Il centro si trova in via Samaden, 25 presso la sede operativa di Secam ed è gestito da volontari della Caritas supportati dalla parrocchia di San Gervasio e Protasio di Sondrio. Gli orari d'apertura sono il martedì pomeriggio dalle 14 alle 17 ed il sabato mattina dalle 9 alle 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

  • "Lecco non si lega": mille alborelle scendono in piazza contro violenza e odio

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

Torna su
LeccoToday è in caricamento