ValtellinaToday

Gerola, un "Gustosando" da record

Con 1200 visitatori, due fine settimana di festa gastronomica e di lavoro intenso per i gourmet, i cuochi, il “popolo” dei volontari

Si chiude con un successo pieno la partecipazione del centro turistico orobico, all'edizione 2016 di Gustosando, la manifestazione che celebra la cucina tipica, locale e alpina, nel caso di Gerola, con i percorsi a tappe lungo i luoghi caratteristici, le cucine, i “templi” del gusto. Nei due fine settimana, sabato e domenica 1, 2 e 8, 9 ottobre sono stati 1.236 i visitatori che hanno partecipato alla manifestazione, «Un risultato numerico – viene sottolineato dalla località – che non si registrava da diversi anni, e che riporta alle stagioni di maggiore afflusso e successo dell'evento. In questo fine settimana, nonostante il meteo ancora una volta non favorevole sono state nei due giorni 750 le persone arrivate nel centro storico del paese per pranzare, cenare». Dalla località si sottolinea come i risultati siano il risultato dell'impegno di tanti. L'amministrazione che sta lavorando da più mandati per fare diventare «una località montana, una destinazione turistica», i volontari, gli operatori commerciali, tutta la comunità.

«Comunità che ci crede – ha precisato ieri il sindaco di Gerola alta, Rosalba Acquistapace – non si cresce se non ci si impegna, e non ci si impegna così tanto e non si raggiungono certi risultati se non si è spinti dall'amore per i propri luoghi, da un senso di appartenenza da elogiare. I nostri volontari – ha rimarcato – operano con una dedizione che ha le proprie motivazioni in questo, si impegnano per amore. In questo matura la qualità, elemento a cui teniamo molto, e a cui puntiamo. Chi è venuto anche in questi fine settimana a Gerola è rimasto contento, per le proposte gastronomiche, per l'ospitalità, offerta da tutto il paese, dalle frazioni, Castello, Fenile, Laveggiolo, con la migliore integrazione con le attività ricettive e con i titolari che ci mettono del loro. Abbiamo avuto tutti gli alberghi pieni. La manifestazione – ha aggiunto il sindaco – non ha un grande margine di guadagno, tutti lo fanno per promuovere la località e le diverse attività. La mia preoccupazione – ha poi ricordato – è per quando tra qualche anno non ci saranno più le nostre signore, che aiutano su questi eventi, ci sono giovani che si impegnano, ma attendiamo un più ampio ricambio generazionale».

Gerola sarà ancora impegnata con cucine e piatti di tradizione il prossimo sabato con la festa «Lo “pan ner”, i Pani delle Alpi»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palloncino lanciato in Belgio durante i funerali di una diciottenne atterra nel Lecchese

  • Dramma famigliare sfocia in violenza: aggredisce la convivente e tenta il suicidio

  • Tragedia in alta quota: escursionista sessantenne muore sul Resegone

  • Si perdono in dieci nei boschi sopra Maggianico: salvati dai pompieri

  • Latitante da 15 anni, preso a Milano il re dei documenti nato nel Lecchese

  • Il "Guardian": microplastiche, il Lario è il lago più inquinato d'Europa

Torna su
LeccoToday è in caricamento